Area archeologica Mostra Fidenae a Porta di Roma

L’area archeologica entro cui è sorto il complesso di Porta di Roma, all’omonima uscita del GRA della metropoli, nella parte nord di Roma, è ricco di storia, tanto da poter ospitare una mostra archeologica semi permanente ogni week end a partire dalla fine di gennaio 2019.

La Soprintendenza Speciale di Roma ha organizzato questo spazio espositivo partendo dai preziosi reperti archeologici, che vanno dall’età del Bronzo – III millennio a.C. – fino alla tarda antichità. La popolazione ha sempre occupato quest’area con edifici a uso abitativo e produttivo, oltre una dozzina di assi viari fra i più importanti di questa zona di Roma, serbatoi dell’acqua, pozzi e un acquedotto.
I reperti agricoli della zona, poi, aiutano a ricostruire con precisione non solo le tecniche di coltivazione, ma anche le essenze utilizzate e comuni, in uso fin dall’antichità per sfamare la popolazione residente e distante.

fidenae-alla-porta-di-roma-ravalli-pittrice-milano

Il territorio nasce come parte della antica cittadina di Fidenae, in una posizione estremamente strategica, arroccata sull’altura che ancora oggi da lo stesso nome di Fidene alla zona della città di Roma. Il età Repubblicana, poi, Roma conquistò il paese e lo pose sotto il proprio controllo politico e amministrativo, come Municipium Fidenae.

La zona è da tempo studiata, fin dagli anni settanta del secolo scorso, da parte di Lorenzo Quilici e Stefania Quilici Gigli, che segnalarono nella loro pubblicazione Fidenae decine di aree archeologiche. Dal 1998, poi, è iniziata la trasformazione urbanistica dell’area, che ha dato poi origine alla realizzazione del complesso commerciale di Porta di Roma. La stessa opera ha permesso, in fasi alterne, ulteriori, unici, ritrovamenti.

Ora i preziosi reperti sono a disposizione dei cittadini che vogliano scoprire quest’area tanto ricca, grazie alla mostra organizzata dalla Galleria Commerciale Porta di Roma e la società H501. Un luogo di studio, di ricordo, di storia, ma anche un luogo di aggregazione importante per tutta Roma, in particolare per la zona Nord, in cui mancano iniziative simili.

I materiali ritrovati e provenienti dai siti più importanti oggetto degli scavi, nell’intero periodo di interesse per laa zona, sono ora a disposizione nella mostra, potendo interessare non solo appassionati e storici professionisti, ma anche semplici curiosi di passaggio, in cerca di una ventata di cultura all’interno di un centro che potrebbe sembrare orientato solo al commercio e ai servizi.

ORARI
Ogni sabato e domenica dalle ore 15:00 alle ore 20:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *