I NUDI DI RAVALLI

Figura 2002-2004 Liliana Ravalli (3)Il “NUDO” come ricerca, silenziosa, attenta, di piccole verità, semplici, ma non banali.

Universalizzate proprio dalla loro quotidianità.In un percorso artistico, dall’immaginato al reale, che trova strumenti adeguati nel disegno, nell’utilizzo dei colori, della luce, dell’oscurità, da cui emergono figure d’apparenza concreta, solide, con dentro, tuttavia, la fragilità dell’inconscio, l’insicurezza del sogno, in cui son nate.

 

Figura 2005-2008 Liliana Ravalli (6)

 

Un “PERCORSO”, dall’irrazionale al logico, dal nebuloso all’esplicito, che non è mai banale o superficiale e che trova, nei titoli dei lavori, una comprensibilità significativa: “sonno di luce”, “profili”, “allo specchio”, “attesa”, “riflessi”, “dopo il sogno”, “contorni”, “il rosso e il nero”, “nudo arlecchino”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *